Uomini che non ce la fanno mai con le Donne

il

Che c’è questa mia amica davvero molto molto gnocca che, guarda un po’, è anche molto molto single. Non fraintendetemi, se volesse potrebbe uscire di casa e mettersi col primo che passa. Lui, nel 90% dei casi, ci cascherebbe come una pera, quindi non è che sia single perché è stronza/acida/frigida ecc. No no.

Sono gli uomini il problema.

Maschietti all’ascolto (se ci siete): ‘un v’offendete. Che la vostra capacità di farci scendere la catena, a noi donnine, è direttamente proporzionale al numero di Manolo Blanhik nell’armadio di Carrie Bradshaw.

Dicevamo insomma. Ci sarebbe da scriverci un libro, cazzarola, sulle diverse tipologie di uomini che ci fanno cascare letteralmente le palle che non abbiamo. Tipo:

1. Il polipone

quello che dopo una passeggiata sul lungomare più aperitivo ti guarda già con l’occhio a stellina, manco gli avessi confidato di avere un conto a sei zeri alla isole Cayman. Quello che se al massimo ci scappa che te lo limoni ti dice che sei la donna della sua vita. Da evitare come la peste bubbonica, anche perché per schiodartelo di torno ti parte come minimo una scheda da 50 euro di sms tutti uguali “ma anche no”.

2. il vitellobamboccione

Altro non è che l’evoluzione del vitellone dei giorni nostri. Trentacinquenne, col macchinone e lo smartphone. Anche piuttosto charmant. Almeno fino a quando non scopri che abita ancora con i suoi. E sfortunatamente per te lo scopri sempre al mattino quando vai a farti un caffè con indosso solo la di lui t-shirt e ti trovi vis a vis con la di lui madre che mette su il ragù. Cazzen.

3. il NCFM

Letteralmente il “Non Ce la Fai Mai“. Quello che le sbaglia tutte, dalla prima all’ultima. Ti porta a mangiare sushi e tu sei allergica a molluschi e crostacei. Ti porta alla mostra di Kandinsky e tu sei daltonica. Ti propone una scampagnata fuori porta e rimane senza benzina, senza credito nel telefono e la domenica la passate tutta sul carro attrezzi e in officina. Ti ordina da bere al ristorante mentre sei in bagno e sei astemia (quindi si ubriaca e la serata finisce a schifìo). Insomma, non lo fa apposta, ma non ne imbrocca una.

4. Lo stalker della domenica

Sa tutto di te. Dove lavori, a che ora stacchi, che il venerdì sera esci con le amiche e vai sempre a mangiare in quel localino in centro. Magari ti incrocia sempre quando rincasi dal lavoro e un suo amico fa il maitre in quel ristorante eh, non per forza è un maniaco che ti pedina. Però insomma, se sa già tutto di te è un po’ noiosa la questione, no?

5. Il bastardo seriale

E qui si potrebbe aprire una parentesi talmente ampia a seconda delle esperienze di ognuna, che lascio stare.

 

Però, se volete sono accette tutte le declinazioni possibili e immaginabili nei commenti. Più tante altre categorie che ho omesso e che magari voi avete sperimentato sulla vostra pelle.

Uomini: si scherza eh? inzomma…

 

9 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sylia ha detto:

    Credo di averli incrociati tutti, maniaco/stalker compreso, che ad un certo punto – dopo una vita – aveva iniziato a chiamarmi anonimamente alla mattina, per prominarmi ansimi e oscenità.

    L’ho sempre detto: dovessi tornare single, probabilmente lo resterei a vita, perché proprio non ce la farei a ri-inizare da zero. -_-‘

    Mi piace

  2. Arianna ha detto:

    Hai dimenticato Lui, quello che prima o poi tutte hanno incontrato. Quello del “sei perfetta, ma io non voglio relazioni impegnative” 😛 Che però mi sa rientra nella quinta categoria in effetti…
    Comunque. Per ognuno di quelli che hai scritto c’è il corrispettivo femminile, eh. Che soprattutto della categoria 1) con l’avvento di FB son venute tutte allo scoperto, e tu le leggi e ti chiedi: ma. ci sei. o ci fai. puntodidomanda.

    Mi piace

    1. Laura ha detto:

      Alle donne dedicherò un post a parte, promesso! 🙂

      Mi piace

  3. lafiammiferaia ha detto:

    Ho messo il Like. Perché questo post è un piccolo capolavoro! 😀

    Mi piace

    1. Laura ha detto:

      troppo buona 🙂

      Mi piace

  4. Anael ha detto:

    Qual è quell’esemplare che ‘mia mamma quando cucina la pasta la fa così e cosà’ ‘mia mamma quando stira le camicie le mette così e cosà’ (etc. at libitum)? Si l’ho avuto, vi giuro che esiste -.- Ancora adesso dopo anni, quando sento l’incipit ‘mia mamma’, in qualsiasi contesto sia, mi vengono le bolle e inizio a grattare.

    Mi piace

    1. Laura ha detto:

      si, anche io ne ho avuto uno simile. Ogni donna, credo, ne ha avuto uno simile. è colpa di noi mamme eh, se ci sono questi uomini qua. Io ho deciso che a mio figlio gli insegnerò a stirarsi le camice e a farsi da mangiare, così invece di fare infelici paragoni con la sua futura fidanzata farà solo un figurone 😉

      Mi piace

      1. Anael ha detto:

        Cappero son già sposata! Sennò aspettavo questi 25-30 anni e poi mi facevo avanti. Un uomo così non è da lasciar scappare 😉

        Mi piace

  5. Laura ha detto:

    😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...